Live People

Ecco il nuovo accordo tra Siae, Lea e Soundreef

Era nell'aria, questo è certo, ma il nuovo accordo tra Siae, Lea e Soundreef, offre un vero e proprio spartiacque all'interno del rapporto di concorrenza nell'ambito dei diritti d'autore. Una sorta di novità, dopo anni di monopolio di Siae che, ora, ha una regolamentazione più chiara. Come afferma anche Siae, infatti, questo "patto" ha il fine di "definire tutte le controversie in essere e, nel rispetto del rapporto di concorrenza tra le parti, garantire il buon funzionamento del mercato dell'intermediazione del diritto d'autore.

Abbiamo deciso di riproporre, integralmente, il testo reso pubblico da Siae, al fine da evitare ogni possibile fraintendimento.

COMUNICAZIONI TECNICHE DI SETTORE

  1. LICENZE DI PUBBLICA ESECUZIONE DAL VIVO.

Fino al 30 giugno 2019 SIAE potrà incassare con effetto liberatorio per gli utilizzatori anche i diritti dovuti per le quote di repertorio LEA/SOUNDREEF.

Dal 1° luglio 2019, SIAE applicherà le seguenti procedure tecniche:

  • Definirà e negozierà autonomamente le proprie licenze per il repertorio dalla stessa amministrato, vale a dire: i) il repertorio affidatole direttamente dagli aventi diritto; ii) il repertorio affidatole indirettamente sulla base di accordi di rappresentanza; iii) il repertorio affidatole ex lege relativo ad aventi diritto non altrimenti rappresentati.
  • Disciplinerà autonomamente nelle proprie licenze gli obblighi di reportistica a carico degli utilizzatori al fine di assicurare una accurata tutela degli aventi diritto.
  • In ipotesi di utilizzazioni con musica dal vivo che includano opere gestite da più OGC, all’atto del pagamento i compensi dovuti alla SIAE saranno fissati tenendo conto della percentuale di opere utilizzate dei rispettivi repertori, sul presupposto che vengano rispettate le seguenti condizioni cumulative:
    • almeno due giorni lavorativi prima dell’evento, l’utilizzatore dovrà comunicare ed esibire, anche in modalità digitale, la licenza rilasciata dall’altro OGC. Tale comunicazione potrà avvenire recandosi allo sportello SIAE oppure inviando, nel predetto termine di due giorni, un email all’indirizzo indicato all’interno delle condizioni particolari del Permesso, allegando copia della licenza rilasciata dall’altro Organismo di Gestione Collettiva; e
    • almeno due giorni lavorativi prima della scadenza prevista per il pagamento dell’importo dovuto, l’utilizzatore dovrà riconsegnare il programma musicale in modalità digitale. Si precisa che:
      • la gestione del programma musicale deve avvenire obbligatoriamente mediante la piattaforma digitale mioBorderò;
      • i programmi musicali relativi all’evento devono contenere tutte le opere eseguite nel corso dell’intero evento.

Resta inteso che in caso di mancato rispetto delle condizioni e delle tempistiche sopra precisate – come, ad esempio, in caso di tardiva comunicazione della licenza rilasciata dall’altro Organismo di Gestione Collettiva o di mancata restituzione di un Programma Musicale ovvero di restituzione di un Programma Musicale incompleto – SIAE incasserà l’intera tariffa senza applicare la procedura su indicata.

  • Per i casi in cui sia previsto il pagamento anticipato del compenso (eventi gratuiti; forfait) al momento del rilascio del permesso verrà costituito un deposito a garanzia che sarà successivamente incassato all’esito delle verifiche sui programmi musicali secondo le modalità sopra espresse.

2. PARTICOLARI LICENZE DI PUBBLICA ESECUZIONE DAL VIVO

  • La modalità di calcolo del compenso prevista nella Sezione 1 non si applica nei seguenti casi:
    • eventi in cui l’ingresso sia riservato ai soli invitati e nei quali non ci sia la possibilità di effettuare controlli in modalità riservata; eventi che prevedono

forme in abbonamento; eventi in cui non sia prevista l’utilizzazione del programma musicale. Rientrano segnatamente tra questi: Feste private o feste aziendali, con musica dal vivo, riservate agli invitati; eventi dal vivo in circoli, riservati ai soci, ai quali si applica la distribuzione non analitica; trattenimenti effettuati su navi da crociera e mezzi di trasporto marittimo; bande musicali (abbonamento); musica dal vivo in spettacoli viaggianti

* * *

La definizione delle procedure dianzi descritte, ivi incluse condizioni e tempi, risponde anzitutto alla necessità di garantire la massima tutela agli aventi diritto, anche mediante una efficace azione di controllo finalizzata a verificare la correttezza delle dichiarazioni rese dall’utilizzatore.

3. LICENZA DI PUBBLICA ESECUZIONE CON STRUMENTO MECCANICO E RICEZIONE NEI PUBBLICI ESERCIZI A MEZZO APPARECCHI RICEVENTI DELLE OPERE DIFFUSE IN RADIO E TELEVISIONE.

Fino al 30 giugno 2019 SIAE potrà incassare con effetto liberatorio per gli utilizzatori anche i diritti dovuti per le quote di repertorio LEA/SOUNDREEF.

Dal 1° luglio 2019, decorrono gli effetti del contratto di rappresentanza unilaterale tra SIAE e SOUNDREEF LTD. Conseguentemente, SIAE è legittimata a rilasciare licenze relative altresì alle opere oggetto di tale accordo che interessano le seguenti categorie:

Rientrano in questo ambito, a titolo esemplificativo e non esaustivo, le seguenti tipologie di utilizzazioni: Ballo con strumento meccanico, incluso quello in occasione di Feste Private e in Circoli; Trattenimenti musicali con strumento meccanico (“concertini”); trattenimenti musicali con strumento meccanico “concertini” in occasione di Feste Private e in Circoli; Musica d’ambiente inclusa la ricezione nei Pubblici esercizi a mezzo Radio e TV; Musica Film (colonne sonore – piccolo diritto musicale ex. Art. 46 c.3 LdA).

Per queste tipologie di utilizzazioni, la gestione operativa delle licenze, degli incassi e della rendicontazione delle opere musicali utilizzate, non mutano rispetto agli standard della SIAE.

Per ulteriori informazioni potrete rivolgervi a: accordi.autori@siae.it