Live People

Cinque buoni consigli per un festival alla prima edizione

Il prossimo 11 luglio si inaugurerà a Olgiate Olona, in provincia di Varese, la prima edizione del Gravity Pop Festival. In cartellone nomi importanti come Francesca Michielin, Achille Lauro, Annalisa e molti altri ancora. Nonostante sia a tutti gli effetti un esordio, alle spalle di questo evento ci sono realtà, come la LP World e la Nautilus Event, che lavorano da anni nel mondo del live. «Nonostante tutte le difficoltà, siamo sicuri che Gravity Pop Festival possa essere, già dal primo anno, una nuova realtà efficace e coinvolgente nel panorama dei Festival Italiani» - commentano - «L’obiettivo rimane sempre quello di cercare di affermarci, con una crescita continua e costante negli anni, nonostante le difficoltà che incontreremo nel percorso».

Quale miglior occasione per ripercorrere le principali difficoltà che un organizzatore si trova davanti quando deve organizzare un festival per la prima volta e farsi dare anche qualche consiglio utile


La scelta degli artisti

Analizzando la nostra realtà territoriale, abbiamo notato un’uniformità delle proposte attuali e abbiamo così deciso di differenziarci nella scelta della line up puntando ad un target differente e andando nella direzione del Pop. Da qui la decisione di chiamare la manifestazione “Gravity Pop Festival”. L’obiettivo è quello di soddisfare i desideri di un pubblico che fino ad ora nella nostra zona non sono stati realizzati. La line up punta a raggiungere un pubblico più possibile eterogeneo e trasversale.

Gravity Pop Festival:

La location

La scelta della location è stata fondamentale per soddisfare le richieste del pubblico e degli artisti coinvolti. Idea Village rappresenta il giusto connubio tra natura, divertimento, e spettacolarità della Location. L’area può vantare piscine, parco naturale, area Food e tutti i servizi necessari per vivere un’esperienza di Festival straordinariamente completa. La difficoltà è stata proprio quella di trovare un’area nella nostra zona che abbia tutte queste caratteristiche.


I budget e gli sponsor

Il reperimento del budget necessario è sicuramente uno dei punti importanti nell’organizzazione di un festival. Al primo anno, generalmente, non si hanno fondi derivanti dall’anno precedente perciò la difficoltà sta proprio nel reperimento di sponsor e nella capacità attrattiva che l’evento stesso ha verso questi ultimi. La visibilità degli artisti coinvolti (Francesca Michielin, Achille Lauro e Annalisa, ad esempio) ha reso possibile il coinvolgimento di alcuni finanziatori vicini al target di riferimento del festival.

Village Varese


Le richieste tecniche

Il rider tecnico di ogni singolo artista, parte integrante e fondamentale di ogni contratto, all’interno di un festival ci ha imposto la necessaria flessibilità e una capacità di adattamento per far sì che ogni richiesta sia rispettata e che ogni show mantenga la sua singolarità e spettacolarità. La difficoltà sta nel fatto di dover adattare una Venue che non è mai stata utilizzata a questo scopo e nel nostro primo anno sono emerse tutte le difficoltà strutturali e logistiche del caso. Questo ci ha portato ad una progettazione mirata tesa ad implementare le strutture e le dotazioni esistenti.


I permessi 

La sempre più stringente regolamentazione in materia di festival, ci ha obbligati a sostenere ingenti spese atte a rispettare le leggi in vigore con l’ausilio di professionisti del settore. Questo aspetto è fondamentale per il corretto svolgimento di un festival in sicurezza e nella piena legalità. La complessità burocratica del sistema comporta un ingente dispendio di tempo ed energie, che in un festival al primo anno non sono da sottovalutare.