Live People

Il vincitore del premio Weber Barbecue Italia: Intervista a Il Bellavista

Voglia di stare insieme, solarità, condivisione, rispetto per la natura…questi i criteri che per Weber Barbecue Italia dovevano caratterizzare la band da premiare durante l’Arezzo Wave / FDM svoltosi a Milano dal 21 al 24 Giugno 2017. Il cantante emergente di Napoli, Enzo Fiorentino si racconta in questa intervista al termine del tour premio, di 5 date che lo ha fatto girare per l’Italia facendosi conoscere sempre piu’ e promuovendo il suo nuovo album “Tarantella nel castello Putipù”.


Ti definisci un menestrello che saltella da una parte all’altra del palco...intuisco quindi che il palco ti da delle sensazioni particolari. Me le sapresti descrivere?

Si mi piace rappresentare il "menestrello moderno", questa figura del giullare di corte che allietava le feste del re e successivamente scendeva in piazza e si divertiva con il popolo, poiché era un uomo del popolo.
Ed è proprio ciò che ripropongo sul palco, non eseguo semplicemente i miei brani ma mi diverto, cercando contatto e festa con il pubblico.
Ecco queste sono le sensazioni che mi da il palco.


Cosa pensi della produzione e organizzazione della musica dal vivo in Italia in questo momento? Pensi che ci siano cose che potrebbero essere migliorate?
Nonostante la crisi dell'industria musicale italiana, grazie ad alcune produzioni ci sono delle vie d'uscita da questo grande labirinto.
C'è tanto fermento, c'è nuova linfa e spazio a nuovi artisti e il pubblico risponde bene.
Il miglioramento va visto nell'ottica di incrementare sempre di più i live, di qualsiasi genere.


Estate proficua...tra festival e date del tour grazie anche al premio Weber Barbecue Italia (partner ufficiale di Arezzo Wave Love Festival, Festa Della Musica – Milano e KeepOn Festival Experience). Soddisfatti? Quale il verdetto finale?
E' stato un anno molto movimentato, grazie all'uscita dell'album 'Tarantella nel castello putipù' e la voglia di propormi il più possibile live.
Le tappe del Weber Tour sono state molto significative, portandoci ad un pubblico più ampio e a condividere insieme ad artisti già affermati palchi prestigiosi.

Il 3 agosto terminerà alla grande aprendo il concerto di Enrico Ruggeri e i Decibel.


”Ogni bambino è un’artista, il problema è poi come rimanere un’artista quando si cresce”.
Ho preso la citazione di P.P che ho letto da un tuo post di Fb. Come hai cominciato a fare musica? Crescendo ci sono stati momenti nei quali pensavi di smettere? Cosa consiglieresti ai giovani artisti emergenti?
Sono cresciuto in una casa piena di strumenti, poiché mio padre era un musicista.
Non ricordo quando ho cominciato realmente, posso dirti che preferivo una chitarra ad un giocattolo.
Non ho mai pensato di rinunciare, non saprei fare altro.
Sarebbe banale consigliare di crederci fino in fondo, ma è la verità. Sul piano pratico direi di suonare il più possibile in qualsiasi contesto, proporsi e confrontarsi.
Infine ma non meno importante e stimolante ad andare ascoltare quanti più live possibili.


Quali i prossimi appuntamenti e progetti futuri?
I live continueranno, anzi se vi va seguitemi sulla pagina per essere sempre aggiornati. Prevedo l'uscita di un nuovo album per quest'inverno.