Live People

Da Arezzo a Berlino: il Woodworm Festival Berlin, l'8-9 dicembre, esporta la musica italiana

Raccontare un pezzettino di rock italiano con Fast Animals and slow kids e Ministri, e un insieme di diverse sonorità con Motta, La rappresentante di lista e Campos, all’estero. Questi gli ingredienti del Woodworm Festival Berlin, il prossimo 8 e 9 dicembre, di cui abbiamo seguito la conferenza di presentazione, ieri, in Santeria a Milano.

Un’opportunità per sentire direttamente dai protagonisti l’entusiasmo verso un progetto che, in un certo senso, in Italia, è quasi pionieristico. Perché esportare la musica italiana non è mai stato semplice, se non in casi isolati. «Non riesco ad accettare che la musica italiana all’estero possa essere solo quella storicizzata. Non vedo perché anche Fast animals e Ministri non possano avere lo stesso successo di artisti come Pupo. Ma serve fare sistema», spiega Marco Gallorini, tra i fondatori di Woodworm e voce della conferenza insieme a Federico Dragogna dei Ministri e Aimone Romizi dei Fast animals and slow kids. Una possibilità resa possibile grazie al contributo di Mibac e Siae nell’ambito di “Sillimina – Copia privata per i giovani, per la cultura”. Un bando, quello di Siae, che aiuta proprio a organizzare tour o eventi all’estero per artisti italiani. «Non pensavamo che avremmo vinto. Siamo molto contenti di questo. Senza di loro sarebbe ancor più difficile. Già 15 anni fa si voleva quello che oggi è Italia Music Export – prosegue Gallorini – Spero che, nel nostro piccolo, riusciremo nel nostro intento di esportare artisti che sono un’eccellenza per quello che fanno, e che questo sia un segnale importante sull’ambiente musicale italiano».

Dragogna Divi Aimone Gallorini

Il festival dell’8-9 dicembre al Bi Nuu di Berlino sarà un ulteriore passo avanti per la società discografica, editoriale e di management con sede ad Arezzo. Dal 2011 l’etichetta indipendente Woodworm pubblica artisti italiani e ha più di 66 release all’attivo, distinguendosi per l’importante produzione su vinile e prestando grande attenzione alla qualità del prodotto artistico e discografico. L’obiettivo primario è sempre stato quello di fare sistema con le proprie band, per questo, anche in occasione del festival, si muoverà in gruppo per una due giorni molto italiana.

Sabato 8 dicembre saranno protagoniste le chitarre, con due tra i progetti più acclamati della scena rock indipendente italiana. Saliranno sul palco del Bi Nuu per primi i Fast Animals and slow kids, rock band perugina famosa per i live incredibilmente potenti, che dopo l'uscita del loro ultimo album Questa non è la felicità a febbraio 2017 sta per tornare in studio per registrare il quarto album. Dopo di loro i Ministri, power trio milanese ed ormai nome storico della scena rock italiana, che a marzo hanno pubblicato il loro quinto album, Fidatevi, per poi intraprendere un tour in giro per l'Italia. Per loro è la terza volta a Berlino, dopo i concerti del 2010 e del 2014. A chiudere la serata il djset di Musica Mata per un after party assolutamente imperdibile.

Domenica 9 dicembre ad aprire le danze ci saranno i Campos, band nata tra Pisa e Berlino, il cui primo album per Woodworm uscirà a novembre. A seguire La rappresentante di lista, duo di musicisti ed attori, una mosca bianca nel panorama musicale italiano, che con il loro album Bu Bu Sad – uscito nel 2015 – si sono conquistati i favori di pubblico ed addetti ai lavori. Ora Veronica e Dario stanno per uscire con il loro nuovo album, il primo per Woodworm. A chiudere questa maratona di due giorni non poteva che esserci Motta, uno dei protagonisti musicali di quest'anno dopo l'uscita del suo secondo album Vivere o Morire, uscito ad aprile per Sugar e fresco vincitore di Premio Tenco.

Le prevendite per la singola serata o abbonamento sono disponibili su: http://bit.ly/WOODWORM_BERLIN_TICKETS