Live Tech

Nasce la collaborazione tra KeepOn Live e Clockbeats, la piattaforma che mette in contatto musicisti, producers e non solo...

Vi presentiamo Clockbeats, una piattaforma digitale che mette in contatto diversi attori presenti nel mondo della musica e nuovo partner di KeepOn Live e il suo circuito.

E se la realtà aumentata fosse applicata alla musica? Forse è già successo. Ovviamente si tratta di una forzatura, ma non siamo molto distanti da ciò che sta realmente accadendo: nessun Pokemon, in questo caso, e nessun meteorite che salta fuori dai cartelli pubblicitari, ma un portale che potrebbe realmente rivoluzionare il mondo della produzione musicale. Clockbeats è la prima piattaforma che permette ad artisti e produttori di incontrarsi in quella zona franca di concretezza virtuale dove i progetti si realizzano veramente, e assieme. 

Un'ulteriore declinazione di quel concetto di sharing economy che, applicata a questo settore, permette alla musica di diventare prodotto in maniera condivisa.

L’iniziativa è di Paolo Mantini, polistrumentista e producer di Brescia che, insieme al fratello Nicolò, ingegnere, nel 2015 ha lanciato su Kickstarter un’idea che ha raccolto subito il consenso degli addetti ai lavori: creare un mercato alternativo del prodotto musicale, nel quale gli attori possano entrare in contatto senza troppi passaggi e mediazioni per realizzare un prodotto finalmente libero dai cliché e dagli orpelli di certi diktat artistici, e dalle frustrazioni della prassi burocratica.

L’artista mette in campo la propria idea e si fa produttore, dettando le linee guida per la messa a punto, la compravendita e la diffusione di ciò che ha creato.
Contatti rapidi e diretti tra artista e artista o tra artista e label, dunque, il tutto sotto l’ala di Clockbeats, che, dopo aver aiutato il musicista a relazionarsi direttamente con il mercato, lo seguirà anche nella contrattazione della vendita e nella gestione delle royalties. 
Grazie a questa community, che rispecchia forse lo status di polistrumentista del suo ideatore, si intersecano gli spunti che vengono dalle varie prospettive di chi la musica la fa: in questo “Facebook professionale per il mondo della musica”, infatti, interagiscono dj, ingegneri del suono, etichette, musicisti, manager, promoter, designer di strumenti musicali. Tutti, insomma, in una grande rete, fatta di servizi per la produzione, strumenti di condivisione, integrazione di competenze, riciclo e perfezionamento di idee, incubazione di input ed accelerazione delle dinamiche produttive. Tutto quanto realizzato con l’unico intento di ricreare una dimensione dove il prodotto musicale, così trasversalmente inteso, sia creato senza limiti né barriere. Al contrario, grazie alla contaminazione delle diverse professionalità in costante connessione tra loro, si favorirà sempre più l’incremento della consistenza qualitativa dei progetti che passano da questo incubatore. Una formula vincente, come testimonia anche l’esordio: appena lanciato, il portale ha registrato la condivisione di più di 700 brani nei primi quattro giorni. E adesso la piattaforma si prepara ad aggiungere il segmentofondamentale  alla sua catena di produzione innovativa: la musica dal vivo.  Una conseguenza logica, che si perfeziona con la collaborazione tra Clockbeats e KeepON Live. L’idea, infatti, è di mettere in fila i principali tutti i principali passaggi di un progetto musicale; ideazione, produzione, finalizzazione ed esibizione, grazie alla sinergia di KeepOn, i live club e i festival aderenti e al KeepOn European Network.

La musica contemporanea sembra avere finalmente la sua equazione: progettazione condivisa, produzione integrata e performance mirate. Uguale: Un futuro per la musica, con nuove proposte di qualità.


ENG

Clockbeats: the platform that connects musicians, producers and professionals of the music industry

Let us introduce you the new partner of KeepOn Live: Clockbeats, the digital platform that connects all the professionals within the Music Industry.
Innovation, audacity and dedication, Clockbeats is the first portal specifically designed for all those artists, producers, labels and musicians who want to meet and interact with new people of the music environment. A free zone where every user can share and submit his musical project looking for advice, help or collaborations.
The idea comes from Paolo Mantini, a young Italian multi-instrumentalist and producer who in 2015, together with his engineer brother Nicolò, launched a crowfunding campaign on Kickstarter, raising interest and praise. The main idea of the project was the creation of an alternative music market, a place where every player could directly interact and fulfil his product, overstepping the boring Music Industry bureaucracy.
Within Clockbeats the artist can share his idea, becoming the first producer of his product: the platform offers a big integration of skills, several production services and the possibility to find a professional help in order to improve and complete the main project, with quality and knowledge. Once submitted, the project can be easily managed by the artist, who will be able to find advice, collaborations and support before spreading and selling his final product.
The fast and direct contact between different artists, producers and labels is the power of the platform, which guarantees a total support to its users, who are also guided during the negotiation of the product and the royalties management.
Thanks to this community the different points of view of the music environment come together, filling gaps and opening a new outlook. Clockbeats is the Social Network of music professionals, the place where artists, dj, sound designers, producers, musicians, labels, managers and promoters can easily interact and share their know-how.
From the very beginning the portal has registered a lot of success, with the sharing of more than 700 tracks during the first four days. Now Clockbeats is ready for add an important part to its innovational chain: live music.
Thanks to the collaboration with KeepON Live, Clockbeats is now setting out for the Music Industry change: the production, finalization, promotion and negotiation of the artist’s idea will be completed by the introduction of live shows.
Finally contemporary music seems to have found its right equation: sharing planning, integrated production and good performances. Music has a future, a future of quality.