Nessuna collecting europea come SIAE: pronto un sostegno di 110milioni di euro

  • 01/04/2020
  • Aldo Macchi

 

Una stima di 200milioni di euro. A tanto dovrebbe ammontare il mancato incasso dai diritti d’autore in questo 2020 a causa dell’emergenza del Coronavirus. Numeri che hanno convinto SIAE ad intervenire per tutelare i propri associati con diversi interventi che si potranno realizzare solo dopo l’Assemblea generale degli associati del prossimo 18 settembre. Ma non mancheranno le possibilità, per artisti e non solo, con un sostegno di 110milioni di euro che porta SIAE a risultare la societò di collecting che più si è messa in gioco economicamente in europa.

Innanzitutto è stato istituito un Fondo di solidarietà di emergenza di 500 mila euro per acquistare 2.500 pacchi alimentari che saranno distribuiti agli associati in condizioni di indigenza e/o di invalidità e/o in precarie condizioni di salute che ne faranno richiesta alla mail fondo.solidarieta@siae.it o ai numeri telefonici 065990.2614-2613-2013-3155. Il pacco alimentare verrà recapitato al domicilio dei singoli beneficiari.

A questo si aggiunge un Fondo di sostegno straordinario in favore degli agenti mandatari della Società(lavoratori autonomi a provvigione) per 4,1 milioni di eurodei quali 1,6 milioni di euro derivanti dalla rinuncia, per il 2020, al premio di risultato del Direttore generale e di tutti i dirigenti e quadri della Società.

Non manca un Fondo di sostegno straordinario a favore di tutti gli associati valido per il 2020 e il 2021 di 60 milioni di euro, finalizzato a supportare le ripartizioni nei prossimi due anni.

Il Consiglio ha infine dato mandato al Direttore Generale di verificare la possibilità che SIAE conceda prestiti pluriennali a tasso zero agli associati in difficoltà di liquidità. Per questa finalità potranno essere messi a disposizione 50 milioni di euro a valere sui fondi finanziari della Società.

Il Consiglio di Gestione ha deciso inoltre la sospensione, sia a livello territoriale che per le licenze centrali, degli interventi di recupero per pagamenti non effettuati nonché delle sanzioni e delle penali per ritardato pagamento e delle sanzioni per altre tipologie di inadempimento (resterà però salvo il diritto della SIAE di valutare eventuali casi di chiaro approfittamento che dovranno comunque essere combattuti). Di questi provvedimenti verrà data informazione analitica sia sul sito internet della Società che per il tramite di specifiche comunicazioni alle associazioni di categoria.

È stato prorogato al prossimo 31 maggio il termine per il rinnovo degli abbonamenti annuali per musica d’ambiente, come pure per il versamento del compenso annuale per diritti di reprografia da parte dei punti di riproduzione.

È stata approvata infine la definizione di tariffe sperimentali, legate all’emergenza sanitaria, per rappresentazione online di opere dei repertori DOR, Lirica e OLAF che ne permetteranno la diffusione sui propri siti e attraverso i canali social da parte dei teatri e degli altri operatori del settore. Per i progetti e le iniziative di questo tipo, ed in particolare per quelle senza scopo di lucro, SIAE valuterà anche interventi di sostegno dei costi delle licenze, assumendosi l’onere delle stesse, per il periodo di durata dell’emergenza.

 

Via Note Legali