Best practices e dialogo con le istituzioni: lo spettacolo riparte da qui

  • 17/03/2020
  • Aldo Macchi

 

 

In un momento tanto delicato come quello che stiamo vivendo in questo ultimo periodo, il mondo dello spettacolo si è riscoperto una categoria che ha voglia di lottare insieme per non arrendersi. Le dirette streaming, direttamente dalle pagine dei Live Club e Festival che hanno aderito a #StayON, rappresentano solo la vetta di un monte strutturato di iniziative. Come Associazione di categoria siamo attivi su più fronti per poter rispondere alle esigenze e difficoltà delle migliaia di lavoratori che stanno vivendo questo momento di emergenza e crisi. 

Per questo abbiamo iniziato una raccolta di dati economci che possa dar forza alle nostre azioni. Un questionario in grado di quantificare il numero di eventi annullati e le perdite economiche dovute al rispetto doveroso, ma difficile, delle misure di prevenzione verso il contagio del virus COVID-19. Numeri fondamentali che richiedono la partecipazione di tutti i locali e festival. Se anche tu hai annullato in questo periodo eventi, compila questo form​.

L’Italia sta ricoprendo un ruolo centrale in questa emergenza, per fortuna non solo per il numero di contagiati, bensì anche per le best-practices adottate. Alcune di queste, come la raccolta dati e il progetto #StayON, sono state riconosciute anche da Live DMA, che ha preso il “modello Italia” e lo ha presentato all’interno della pagina creata proprio per raccogliere le iniziative che in Europa si occupano del mondo dello spettacolo (clicca qui). L’Irlanda ha già fatto suo il nostro metodo e la speranza è che ci siano sempre più realtà europee che possano portare avanti lo spirito positivo e propositivo con cui stiamo affrontando un periodo non certo semplice.

Con un occhio sempre rivolto alle istituzioni, il primo nostro riferimento, non solo per integratori sociali doverosi e fondamentali, ma anche per quel riconoscimento che ora si rende più necessario che mai. Siamo una vera e propria categoria, e lo vogliamo dimostrare con gli eventi, certo, ma anche con tutte queste attività collaterali che servono per dare un’identità chiara di quello che rappresentiamo per la cultura e per l’economia del nostro paese. Anche per questo Fondazione Centro Studi Doc ha aperto una pagina sul suo sito, in continuo aggiornamento, con tutte le notizie utili per i professionisti dello spettacolo, sia dipendenti che liberi professionisti (clicca qui). Sostieni, inoltre, la campagna di raccolta firme a sostegno proprio del riconoscimento della professionalità dei lavoratori della nostra categoria. (clicca qui)

Non possiamo permetterci di arrenderci, e non vogliamo farlo soprattutto noi. Continuiamo a portare cultura, bellezza e valore all’interno della collettività, senza farci fermare. Convinti, ogni giorno di più, che la musica non sarebbe nulla senza le persone che la vivono.