Vademecum sul Decreto Cura Italia e fondi europei (In aggiornamento)

  • 31/03/2020
  • Aldo Macchi

 

In mezzo a tante ordinanze, decreti e interpretazioni, abbiamo creato questa pagina, in costante aggiornamento, che possa essere un aiuto per tutti coloro che vogliono capire meglio cosa potrà accadere nell'immediato futuro, dal punto di vista lavorativo, per i professionisti dello spettacolo e non solo.

 

Andrea Marco Ricci di Note Legali spiega il Decreto "Cura Italia" 

 

 

 

Fondazione Centro Studi Doc

 

Fondazione Centro Studi Doc è in costante contatto con le istituzioni e pubblica sul proprio sito gli aggiornamenti sugli sviluppi del dialogo tra associazioni di categoria e governo sul sostegno economico da destinare ai professionisti dello spettacolo.
Consulta il
 sito internet e invia le tue domande di chiarimento che potranno servire per approfondire questioni rimaste ancora oscure, scrivendo a info@centrostudidoc.org

 

Come fare domanda al Fondo Speciale Artisti Nuovo IMAIE per il Coronavirus

 

 

Contenuti utili del decreto "Cura Italia"

 

Sostegni econimici e ammortizzatori sociali

 

  • Sostegno al reddito per il mese di marzo pari a 600 euro per i lavoratori dello spettacolo, per quelli stagionali del turismo e degli stabilimenti termali.  
  • Un indennizzo esteso anche a liberi professionisti titolari di partita iva, non iscritti alle casse previdenziali private, alle indennità dei collaboratori sportivi ed ai co.co.co. (Art. 27 e 38). 
  • Sospensione con il rinvio della scadenza al 31 maggio dei versamenti, delle ritenute, dei contributi previdenziali e assistenziali e dei premi per l’assicurazione obbligatoria dei soggetti che gestiscono teatri, sale da concerto, sale cinematografiche, luoghi dell’arte, circoli e centri culturali, oltre alle realtà che gestiscono musei, biblioteche, archivi, luoghi e monumenti storici nonché per i soggetti che svolgono attività di guida e assistenza turistica (Art. 61 e 62). 
  • Attivazione di alcuni ammortizzatori sociali prevedendo il sostegno salariale con cassa integrazione ordinaria e straordinaria per una durata massima di 9 settimane a seguito della sospensione o riduzione dell’attività lavorativa da parte di lavoratori dipendenti (Art.44). 
  • Si attende un’estensione anche ai lavoratori del terzo settore: possibilità, però, ancora in fase di discussione.

 

Rinvii scadenze 

 

  • Vengono posticipate al 31 ottobre 2020 (Art. 35) le scadenze per la presentazione in assemblea dei bilanci e per l’aggiornamento degli Statuti richiesti dalla Riforma del Terzo Settore (DL.117-2017). 
  • Le scadenze delle polizze assicurative (Art.125) vengono posticipate di ulteriori 15 giorni (per le polizze sino al 31 luglio) nei fatti creando un margine complessivo di 30 giorni per la copertura dei premi assicurativi in scadenza. Si consiglia di contattare la propria agenzia assicurativa. 
  • Le Amministrazioni (Art. 103) sono tenute a conservare la validità fino al 15 giugno 2020 di tutti i certificati, attestati, permessi, concessioni, autorizzazioni e atti abilitativi comunque denominati, in scadenza tra il 31 gennaio e il 15 aprile 2020. Sono prorogate le scadenze dei documenti di riconoscimento (sino al 31 agosto) tranne per la data relativa all’espatrio (Art. 104). 

 

Rimborsi

 

  • Possibilità di emettere un voucher della durata di un anno d’importo pari ai biglietti per cinema, teatri, spettacoli, musei e altri luoghi della cultura che sono chiusi a seguito dell'adozione delle misure del decreto del governo. Tale misura è prevista anche per manifestazioni, eventi, spettacoli di qualsiasi natura inclusi quelli cinematografici e teatrali, svolti in ogni luogo sia pubblico sia privato, di musei e degli altri istituti e luoghi della cultura. Per ottenerlo è necessario presentare richiesta di rimborso al venditore, allegando il titolo di acquisto, entro il 16 aprile 2020.  

 

Attivato il finanziamento di tre fondi di emergenza (Art. 89, 90). 

 

  • Il primo da 130 milioni di euro per il sostegno dei settori del cinema, dello spettacolo e dell’audiovisivo; 
  • il secondo per il sostegno degli autori e degli artisti; 
  • ed il terzo, da 150 milioni di euro, attivato presso il Ministero Affari Esteri e Coop. Internazionale per un forte rilancio dell’immagine del Paese all’estero. 

 

Accesso a fondi di garanzia bancari

 

  • Le piccole e medie imprese possono beneficiare anche di strumenti di accesso alla liquidità al Sistema Bancario, grazie a fondi di garanzia di Banca Depositi e Prestiti, contattando il proprio Istituto Bancario di riferimento per ulteriori dettagli. (Art. 49 e 55). Al fine di superare questa discrezionalità lasciata agli Istituti di Credito, l’Osservatorio, attraverso le Reti e le Associazioni di Rappresentanza aderenti, si fa portavoce per iniziative comuni verso gli Istituti stessi. 

 

 

Best Practices Europee - Live DMA